Skip to main content

a.a. 2021-2022 GUIDA DELLO STUDENTE - STUDENTI

Site: e-learning Unibg
Course: Guida studenti Unibg
Book: a.a. 2021-2022 GUIDA DELLO STUDENTE - STUDENTI
Printed by: Guest user
Date: Sunday, 28 November 2021, 9:50 PM

Description

A.A. 2021-2022 GUIDA DELLO STUDENTE - STUDENTI

Rinnovo dell'iscrizione

Il rinnovo dell’iscrizione avviene mediante il pagamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale nel periodo 2 agosto- 4 ottobre 2021.

L'iscrizione oltre tale termine comporta il successivo addebito della prevista quota aggiuntiva per ritardato pagamento.


STUDENTE PART-TIME

  • Se ti sei immatricolato nell’a.a. 2020-2021 con il regime del tempo parziale dovrai rinnovare l’iscrizione per l’a.a. 2021-2022 mantenendo lo stesso regime, per poter completare l’annualità di corso.
  • Se ti sei immatricolato nell’a.a. 2020-2021 con il regime del tempo pieno al primo anno dei corsi di laurea, laurea magistrale a ciclo unico e laurea magistrale potrai invece optare per l’iscrizione al secondo anno in regime a tempo parziale, purché tu sia in possesso dei requisiti previsti per tale tipologia di iscrizione e abbia assolto gli OFA eventualmente previsti, trasmettendo apposita richiesta alla Segreteria studenti nel periodo 2 agosto-4 ottobre 2021.
    Il modulo di variazione di status sarà reperibile alla pagina Modulistica a partire dal 2 agosto.
  • Se sei stato iscritto per l'anno accademico 2020-2021 con il regime del tempo parziale, al terzo anno ripetente (laurea), al quinto anno ripetente (laurea magistrale a ciclo unico) oppure al secondo anno ripetente (laurea magistrale), sarai tenuto a rinnovare l'iscrizione a partire dall'a.a. 2021-2022 come studente fuori corsocon il regime del tempo pieno, avendo concluso la frequenza del corso per la durata normale corrispondente al regime del tempo parziale.


STUDENTE IDONEO O BENEFICIARIO DELLA BORSA DI STUDIO AI SENSI DEL D.LGS. 68/2012

Se ti sei immatricolato nell'a.a. 2021-2022 e sarai idoneo o beneficiario di borsa di studio, sarai esonerato d'ufficio dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale. Successivamente alla pubblicazione della graduatoria definitiva integrata (maggio 2022) sarà disposta la revoca dell'esenzione per gli studenti che dovessero perdere l'idoneità.

Per gli studenti di nuova immatricolazione che risultino idonei o beneficiari nella graduatoria verrà sospeso il pagamento del contributo onnicomprensivo fino al conseguimento del requisito di merito previsto dal relativo bando.

Per approfondimenti, consulta la pagina Tasse e agevolazioni.


LAUREANDO ENTRO LA SESSIONE STRAORDINARIA

Se intendi conseguire il titolo entro la sessione di laurea straordinaria di marzo/aprile 2022 non sei tenuto al versamento della tassa regionale o del contributo onnicomprensivo per l’iscrizione all’a.a. 2021-2022: le quote eventualmente pagate sono tenute valide e stornate d’ufficio a copertura dell’iscrizione al primo anno del corso di laurea magistrale, oppure rimborsate d'ufficio ad eccezione dell’Imposta di bollo di € 16,00, qualora tu non intenda proseguire gli studi universitari nell'anno accademico 2021-2022.

Se, non essendoti laureato entro la sessione di marzo/aprile 2022, ti iscriverai tardivamente all’a.a. 2021-2022, dovrai pagare la tassa regionale e il bollo virtuale, le rate del contributo onnicomprensivo e le eventuali maggiorazioni per gli importi corrisposti oltre le scadenze fissate.

Per approfondimenti, consulta la pagina Tasse e agevolazioni.

Ammissione al secondo anno di corso

Per essere ammesso nel 2021-2022 al secondo anno di un corso di laurea triennale o al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza dovrai aver superato tutti gli eventuali OFA entro il primo anno accademico (30 settembre 2021). Il rinnovo dell’iscrizione avviene con il pagamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale del secondo anno di corso.

Se ti sei immatricolato nel 2020-2021 ad un corso di laurea triennale o ad un corso di laurea magistrale a ciclo unico con modalità part-time, nel 2021-2022 risulterai iscritto al primo anno ripetente; hai tempo fino al 30 settembre 2022 per assolvere gli eventuali obblighi formativi.

Se ti sei immatricolato a tempo pieno nel 2020-2021 ad un corso di laurea magistrale, l’iscrizione al secondo anno avverrà con il pagamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale indipendentemente dal numero di esami sostenuti; nel caso in cui nel 2020-2021 ti fossi iscritto con modalità part-time, ti iscriverai per il 2021-2022 al primo anno ripetente.

Variazione di status

Se ti sei iscritto con modalità part-time, puoi chiedere di tornare al regime di iscrizione a tempo pieno, una volta completata un'annualità intera (es. primo anno + primo anno ripetente) se desideri completare il tuo percorso di studio e conseguire il titolo anticipatamente rispetto a quanto previsto per la condizione a tempo parziale.

Il ritorno a tempo pieno è previsto anche in tutte le ulteriori situazioni, come ad esempio la rinuncia agli studi e il trasferimento, che comportino una cessazione anticipata della tua carriera rispetto a quanto previsto dal regime d’impegno a tempo parziale a cui hai aderito.

Importante: la variazione di status (da tempo pieno a tempo parziale e da tempo parziale a tempo pieno) è consentita per una sola volta durante il permanere della tua iscrizione in corso ad ogni singolo corso di laurea.

L’eventuale cambiamento di regime, che potrai richiedere entro il termine per il rinnovo dell’iscrizione all’anno accademico successivo, ti sarà concesso previa verifica dei requisiti e della compatibilità con il percorso scelto.

Il modulo di variazione di status è disponibile alla pagina Modulistica.

 

Rateizzazione pagamenti

Le scadenze per i pagamenti sono le seguenti:

  • tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e imposta di bollo assolta in modo virtuale per un importo totale pari a € 156,00 da corrispondere all'atto dell'immatricolazione o rinnovo dell'iscrizione ad anni successivi al primo:
  1. per gli studenti immatricolati al primo anno, entro la scadenza amministrativa prevista per ciascun corso di studio;
  2. per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo, entro il 4 ottobre 2021

  • prima rata del contributo onnicomprensivo, a titolo di acconto, per un importo massimo di € 400,00, entro il 15 febbraio 2022 (per gli studenti esentati dal pagamento del contributo onnicomprensivo non è addebitato alcun importo);
  • seconda rata del contributo onnicomprensivo, di importo pari alla differenza tra il contributo totale dovuto e l'acconto versato, entro il 17 maggio 2022. In caso di differenza pari a € 0,00 non sarà addebitata la seconda rata.

Attenzione: fino al valore di € 430,00 la prima e la seconda rata di contributo onnicomprensivo saranno accorpate. In caso di importo totale del contributo onnicomprensivo inferiore ad € 10,00, la prima rata del contributo onnicomprensivo non sarà emessa.

In caso di mancato pagamento delle rate del contributo onnicomprensivo entro 30 giorni dalla scadenza è previsto il blocco amministrativo della carriera.

Per approfondimenti consulta la pagina Tasse e agevolazioni.

Scadenza Certificazione ISEEU

La fascia di contribuzione viene determinata in base alla certificazione ISEEU applicabile alle prestazioni per il Diritto allo Studio universitario. All’interno del REGOLAMENTO CONTRIBUZIONE STUDENTESCA a.a. 2021-2022, reperibile alla pagina Tasse e agevolazioni, puoi confrontare il valore del tuo ISEE con la tabella delle fasce contributive.

La certificazione ISEEU deve essere prodotta entro e non oltre il 31 dicembre 2021. Tutte le attestazioni redatte entro la scadenza sono acquisite d'ufficio, a cura dell'Ateneo, presso la banca dati INPS.

Prima della scadenza ti consigliamo di verificare la tua fascia contributiva attribuita, accedendo alla sezione Segreteria/ISEE Università del tuo Sportello Internet Studenti.

Qualsiasi attestazione prodotta oltre tale termine, e comunque entro il 30 settembre 2022, dovrà essere da te trasmessa, con successivo addebito della sanzione prevista di € 150,00. Oltre tale scadenza ti verrà attribuita inderogabilmente la fascia massima di contribuzione.

Se risulterai già in possesso di un'attestazione ISEEU per prestazioni universitarie, prodotta nel corso del 2021 ai fini dell'attribuzione tardiva della fascia contributiva nel corso dell'anno accademico precedente, non dovrai richiedere una nuova attestazione per l'a.a. 2021-2022, stante la validità di quella già in tuo possesso.

Per approfondimenti, consulta la pagina Tasse e agevolazioni.

Importi aggiuntivi per ritardati pagamenti

In caso di pagamento del contributo onnicomprensivo successivamente alla scadenza prevista, si applicano i seguenti importi aggiuntivi:

  • € 20,00 per i pagamenti effettuati entro i 30 giorni successivi alla scadenza;
  • € 40,00 per i pagamenti effettuati tra il 31° e il 60° giorno successivo alla scadenza;
  • € 60,00 per i pagamenti effettuati tra il 61° e il 90° giorno successivo alla scadenza;
  • € 80,00 per i pagamenti effettuati oltre il 90° giorno successivo alla scadenza.

Le medesime quote sopra citate sono addebitate anche in caso di pagamento della tassa regionale per il rinnovo iscrizione ad anno di corso successivo al primo oltre il termine del 4 ottobre 2021.

In caso di presentazione di istanza oltre il termine fissato (immatricolazione, abbreviazione, passaggio di corso/Dipartimento, trasferimento in ingresso/uscita, seconda laurea e re-immatricolazione a seguito di rinuncia o decadenza) è addebitato un importo aggiuntivo per istanza fuori termine pari a € 95,00.

Nel caso di mancato pagamento delle rate di contributo onnicomprensivo entro 30 giorni dalla scadenza, è previsto il blocco amministrativo della carriera.

Esonero dal pagamento del contributo onnicomprensivo

Puoi trovare tutte le informazioni sulla possibilità di beneficiare di un esonero dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale alla pagina Tasse e agevolazioni.

Scadenze amministrative

Trovi tutte le scadenze amministrative previste per l’anno accademico 2021-2022 alla pagina Scadenze per iscriversi.

Per le scadenze relative a tasse e contributi consulta la pagina Tasse e agevolazioni.

2. PASSAGGI DI CORSO E TRASFERIMENTI IN USCITA

- Passaggio di corso (triennale/magistrale)

- Trasferimento in uscita

Passaggio di corso (triennale/magistrale)


CORSI DI LAUREA TRIENNALI E MAGISTRALI A CICLO UNICO 
Se sei stato già iscritto presso l'Ateneo per l'anno accademico 2020-2021 e sei intenzionato ad effettuare un passaggio ad un corso di laurea ad accesso programmato, devi pre-iscriverti alla selezione (seconda sessione se non intendi sostenere esami a settembre 2021 o terza sessione se intendi sostenere esami anche nella sessione autunnale, in data antecedente a quella prevista per l'accettazione del posto) e sostenere il TOLC. 

Sarai inoltre tenuto a rinnovare l'iscrizione per l'anno accademico 2021-2022 entro e non oltre il 4/10/2021 versando il contributo pari a 156,00 euro (tassa regionale e imposta di bollo assolta in modo virtuale) esclusivamente con modalità PagoPA, pena l'applicazione della prevista quota aggiuntiva per rinnovo iscrizione oltre il termine.

In caso di ammissione e collocamento utile in graduatoria, potrai presentare domanda di passaggio di corso entro la scadenza indicata nel bando di riferimento secondo le modalità sotto riportate.

Per effettuare la domanda devi:
1. inserire la domanda on line tramite lo Sportello internet.

La guida alla procedura on line è consultabile alla pagina di contatto con la Segreteria (Guide procedure online).

2. pagare online il contributo di € 50,00 (+ € 16,00 per la marca da bollo assolta in modo virtuale) mediante la piattaforma PagoPA (seleziona il tasto “Pagamenti”, clicca il numero di Fattura e successivamente “Paga con PagoPA”). Per approfondimenti, consulta la pagina Modalità di pagamento.

La domanda di passaggio si intende perfezionata a seguito del pagamento del previsto contributo.

Sarai invitato ad autocertificare gli esami non ancora aggiornati nella tua pagina web.

Successivamente alla delibera del Consiglio di corso di studio, la Segreteria provvederà ad inviarti via mail comunicazione in merito al riconoscimento degli esami sostenuti durante la carriera pregressa e alla procedura di immatricolazione.

Se intendi iscriverti al corso di laurea magistrale quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria devi anzitutto effettuare la domanda di pre-iscrizione entro il previsto termine e sostenere il test selettivo il 17 settembre 2021. La domanda di passaggio di corso potrà essere presentata solo successivamente al sostenimento del test selettivo, in caso di superamento e collocazione utile in graduatoria, entro il termine previsto dal bando.

In caso di passaggio ad un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico ad accesso libero, se sei già stato iscritto presso l'Ateneo per l'anno accademico 2020-2021 ad un corso di studio, potrai presentare la domanda online di passaggio di corso dal 2 agosto al 4 ottobre 2021, rinnovando comunque l'iscrizione per l'anno accademico 2021-2022 tramite il versamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale entro il 4 ottobre 2021, pena l'applicazione della prevista quota aggiuntiva per rinnovo iscrizione oltre il termine.
La verifica delle conoscenze iniziali avverrà tramite il TOLC di riferimento, se non l'hai già sostenuto negli anni accademici precedenti o se desideri ripeterlo per migliorare il tuo punteggio, con il solo obiettivo di accertare il possesso di un'adeguata preparazione iniziale. Sostenere il TOLC per effettuare il passaggio ad un corso di laurea ad accesso libero non è obbligatorio, ma ti consente di assolvere gli OFA previsti dal tuo corso di laurea. Consulta la pagina relativa ai TOLC.

Attenzione: Se ti sei immatricolato al primo anno di corso per l'anno accademico 2021-2022 non potrai presentare istanza di passaggio ad altro corso di studio fino all'anno accademico 2022-2023.

AMMISSIONE AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
In base al numero di cfu riconosciuti, sarai ammesso al corrispondente anno di corso come di seguito indicato (delibera del Senato Accademico del 1° marzo 2021):

CORSI DI LAUREA 

  • fino a 29 cfu riconosciuti: ammissione al I anno di corso
  • da 30 a 89 cfu riconosciuti: ammissione al II anno di corso
  • da 90 cfu riconosciuti: ammissione al III anno di corso


CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

  • fino a 50 cfu riconosciuti: ammissione al I anno di corso
  • da 51 a 100 cfu riconosciuti: ammissione al II anno di corso
  • da 101 cfu riconosciuti: ammissione al III anno di corso

Per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione primaria non è possibile l'iscrizione ad anni superiori al terzo, indipendentemente dal numero di cfu eventualmente riconosciuti.


CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA (CLASSE LMG/01) 

  • fino a 35 cfu riconosciuti: ammissione al I anno di corso
  • da 36 a 80 cfu riconosciuti: ammissione al II anno di corso
  • da 81 a 134 cfu riconosciuti: ammissione al III anno di corso
  • da 135 a 226 cfu riconosciuti: ammissione al IV anno di corso
  • da 227 cfu riconosciuti: ammissione al V anno di corso.


CORSI DI LAUREA MAGISTRALI

In caso di richiesta di passaggio da un corso di laurea magistrale ad un altro ad accesso programmato, dovrai innanzitutto fare la pre-iscrizione in una delle tre finestre temporali previste:  entro il 31/05/2021 (prima selezione), entro il 19/07/2021 (seconda selezione) oppure entro il 27/08/2021 (terza selezione).

In caso di ammissione al corso prescelto e collocamento utile in graduatoria, dovrai compilare esclusivamente online la domanda di passaggio di corso entro la scadenza indicata nella sezione 12 lett. c) del Bando di ammissione per accettare il posto.

Sarà possibile sostenere esami presso il corso di studio di provenienza fino al momento della presentazione della domanda di passaggio di corso.

Per effettuare la domanda devi:

1. inserire la domanda online tramite lo Sportello internet.

La guida alla procedura on line è consultabile alla pagina della Segreteria (Guide procedure online).

Sarai invitato ad autocertificare gli esami non ancora aggiornati nella tua pagina web.

2. Pagare online mediante la piattaforma PagoPA (seleziona il tasto “Pagamenti”, clicca il numero di Fattura e successivamente “Paga con PagoPA”). Per approfondimenti, consulta la pagina Modalità di pagamento.

Attenzione: entro il 4 ottobre 2021 sarai comunque tenuto a rinnovare l'iscrizione per l'anno accademico 2021-2022 versando la tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e l'imposta di bollo assolta in modo virtuale, pena l'applicazione della prevista quota aggiuntiva per rinnovo iscrizione oltre il termine.

La domanda di passaggio di corso di laurea magistrale non dovrà essere consegnata in Segreteria; verranno trasmesse al competente Consiglio di corso di studio unicamente le domande compilate on line secondo la procedura sopra indicata per cui sia stato acquisito dall'Ateneo il pagamento della quota complessiva di € 66,00.

Gli studenti immatricolati al primo anno per l'anno accademico 2021-2022 non potranno presentare istanza di passaggio ad altro corso di studio fino all'anno accademico successivo.

Successivamente alla delibera del Consiglio di corso di studio, la Segreteria provvederà ad inviarti via mail comunicazione in merito al riconoscimento degli esami sostenuti durante la tua carriera pregressa e ai successivi adempimenti.

In caso di richiesta di passaggio da un corso di laurea magistrale ad un altro ad accesso libero, dovrai anzitutto effettuare la pre-iscrizione dal 12 aprile al 10 settembre 2021. In caso di ammissione al corso di laurea magistrale prescelto, potrai presentare la domanda di passaggio di corso online, seguendo la procedura sopra riportata, entro le seguenti scadenze: entro il 31/08/2021 (se ti sarai pre-iscritto entro il 31/05/2021), entro il 30/09/2021 (se ti sarai pre-iscritto entro il 6/08/2021), entro il 29/10/2021 (se ti sarai pre-iscritto entro il 10/09/2021).
NB: Entro il 4 ottobre 2021 sarai comunque tenuto a rinnovare l'iscrizione per l'anno accademico 2021-2022 versando la tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario e l'imposta di bollo assolta in modo virtuale, pena l'applicazione della prevista quota aggiuntiva per rinnovo iscrizione oltre il termine.


AMMISSIONE AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
In base al numero di cfu riconosciuti, sarai ammesso al corrispondente anno di corso come di seguito indicato (delibera del Senato Accademico del 1° marzo 2021):

CORSI DI LAUREA MAGISTRALE

  • fino a 29 cfu riconosciuti: ammissione al I anno di corso
  • da 30 cfu riconosciuti: ammissione al II anno di corso

Per l'individuazione dell'anno di ammissione, si farà riferimento ai cfu in esubero rispetto a quelli necessari per l'ammissione al corso di laurea magistrale.

Trasferimento in uscita

Se desideri trasferirti presso un altro Ateneo devi compilare la domanda indirizzata al Rettore esclusivamente online nel periodo 2 agosto–4 ottobre 2021 (in via eccezionale, previa richiesta motivata al Rettore, entro il 30 novembre 2021, con addebito della quota aggiuntiva per istanza fuori termine), fatte salve le scadenze e le modalità di iscrizione stabilite dai vari atenei.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda deve essere inserita esclusivamente online tramite lo Sportello internet.

La guida alla procedura online è consultabile alla pagina della Segreteria (Guide procedure online).

Successivamente dovrai pagare online il contributo di € 95,00 (+ € 16,00 di imposta di bollo assolta in modo virtuale) mediante la piattaforma PagoPA (seleziona il tasto “Pagamenti”, clicca il numero di Fattura e successivamente “Paga con PagoPA”). 

Per approfondimenti, consulta la pagina Modalità di pagamento

La domanda di trasferimento si intende perfezionata a seguito del pagamento del previsto contributo.

Nel caso in cui fossi in possesso del libretto cartaceo di iscrizione (immatricolazioni fino al 2009/2010) e/o della tessera magnetica (US card), ti invitiamo a trasmetterli alla Segreteria studenti. Non è prevista la restituzione della tessera universitaria Flash Up UniBg che mantiene la validità nel circuito bancario.

Durante la compilazione della domanda online devi autocertificare gli esami sostenuti non ancora aggiornati nella tua pagina personale, precisando la denominazione e il codice degli stessi, la data di sostenimento e il voto/giudizio e provvedere alla regolarizzazione della tua posizione amministrativa.

Se ti trasferirai ad altro ateneo dovrai richiedere all'Università di destinazione il rimborso della tassa regionale eventualmente versata presso l'Università di Bergamo.

Se compilerai l'istanza di trasferimento dopo il 4 ottobre 2021, previa richiesta motivata al Rettore, dovrai versare il contributo di trasferimento di € 95,00 (+ € 16,00 di imposta di bollo assolta in modo virtuale) e un importo aggiuntivo per istanza fuori termine pari a € 95,00.

Se ti sei immatricolato nel 2021-2022, non è consentito effettuare il trasferimento verso altri atenei né richiedere la sospensione degli studi.

Lo studente che si è trasferito ad altra Università non può fare ritorno all’Università di Bergamo prima che sia intercorso un anno solare, salvo che la domanda sia giustificata da gravi motivi.
In ogni caso si consiglia agli interessati di verificare le disposizioni relative ai trasferimenti in vigore presso i vari atenei.

Sospensione degli studi

Se sei iscritto ad un corso di laurea, laurea magistrale a ciclo unico o laurea specialistica/magistrale e intendi proseguire i tuoi studi presso un’Università straniera o un’Accademia militare o presso i corsi di Master, Scuole di specializzazione, TFA o Dottorati di ricerca, devi presentare dal 2 agosto al 4 ottobre 2021senza procedere al rinnovo dell’iscrizione, domanda di sospensione degli studi, la cui durata deve essere pari ad almeno un anno accademico (salvo casi eccezionali, supportati da idonea documentazione, giustificati dalle date di inizio del corso che si intende frequentare), indirizzata al Rettore, in carta legale da € 16,00 (modulo disponibile alla pagina Modulistica).

Potrai in seguito, se non sarai incorso in decadenza, inoltrare domanda al Rettore per ottenere la riammissione al corso di studi precedentemente seguito, ove attivato, alle stesse condizioni maturate all’atto della sospensione e chiedere il riconoscimento degli studi svolti presso il nuovo corso (abbreviazione di carriera).
Al termine del periodo di studio all’estero dovrai riprendere l’iscrizione all’Università di Bergamo dall’anno di corso successivo a quello dell’ultima iscrizione.
Il periodo di studio svolto all’estero non verrà computato nella tua carriera scolastica.
In caso di mancata attivazione del corso frequentato in precedenza, verrai ammesso d’ufficio al corrispondente corso di laurea di nuova attivazione.

Sarai tenuto al pagamento di diritto fisso di ricognizione pari a € 200,00 per ogni anno di sospensione, ridotto a € 50,00 a partire dal quinto anno.

VISITING STUDENT
Se intendi proseguire gli studi presso un’Università straniera sei tenuto a:
• inoltrare all’Università straniera domanda di accoglimento in qualità di visiting student;
• ottenere i programmi degli esami che intendi sostenere all’estero da far approvare ai docenti dell’Università di Bergamo che dovranno in seguito riconoscere gli esami;
• inoltrare alla competente struttura didattica richiesta di autorizzazione a sostenere esami all’estero;
• avanzare domanda di sospensione dagli studi presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Al termine del periodo di studio all’estero dovrai riprendere l’iscrizione all’Università di Bergamo dall’anno di corso successivo a quello dell’ultima iscrizione.
Il periodo di studio svolto all’estero non verrà computato nella tua carriera scolastica.
Sarai tenuto al pagamento di un diritto fisso di ricognizione pari a € 200,00 per ogni anno di interruzione, ridotto a € 50,00 a partire dal quinto anno.

INTERRUZIONE DEGLI STUDI
Nel caso in cui decidessi - per motivi personali - di interrompere temporaneamente gli studi, la sospensione avverrà automaticamente a seguito del mancato rinnovo dell’iscrizione all’anno accademico successivo.

Nel momento in cui desiderassi riprendere gli studi, sarai tenuto, se non incorso in decadenza, al pagamento di un diritto fisso di ricognizione pari a € 200,00 per ogni anno di interruzione, ridotto a € 50,00 a partire dal quinto anno (modulo disponibile alla pagina Modulistica).

Nel caso in cui venissi ammesso ad un’annualità di corso di laurea non più attiva, verrai ammesso d’ufficio al corrispondente corso di laurea di nuova attivazione.

INTERRUZIONE DEGLI STUDI PER MATERNITÀ/INFERMITÀ GRAVI E PROLUNGATE 
Le studentesse che decidessero di interrompere temporaneamente gli studi, per l’anno di nascita di ciascun figlio, dovranno presentare apposita domanda di interruzione degli studi nel periodo indicato.

Nel momento in cui tali studentesse volessero riprendere gli studi, se non incorse in decadenza, non saranno tenute al pagamento del diritto fisso di ricognizione sopra indicato.

Nel caso di studenti costretti ad interrompere gli studi a causa di infermità gravi e prolungate debitamente certificate, la sospensione avverrà a seguito della presentazione della domanda online di interruzione degli studi.
Nel momento in cui tali studenti volessero riprendere gli studi, se non incorsi in decadenza, non saranno tenuti al pagamento del diritto fisso di ricognizione sopra indicato.

La domanda di sospensione per "maternità" o "infermità gravi e prolungate" si compila online direttamente dallo Sportello studenti cliccando la sezione "Carriera - domanda di sospensione carriera". Puoi dichiarare eventuali esami non ancora registrati e allegare documenti; al termine della procedura, riceverai una e-mail attestante la conclusione del processo.

Attenzione: Se farai richiesta di interruzione studi per uno dei motivi sopraindicati non potrai sostenere esami per l’a.a. 2021-2022 né chiedere la revoca di tali benefici nel corso dell’anno accademico.

Decadenza dagli studi universitari

  • Se sei uno studente fuori corso iscritto ad un corso attivato ai sensi del D.M. 509/99 o ante D.M. 509/99 incorri nella decadenza dallo status di studente universitario se non sostieni (anche con esito negativo, purché verbalizzato) alcun esame previsto dall’ordinamento per otto anni accademici consecutivi.
  • Se sei uno studente fuori corso iscritto a tempo pieno ad un corso attivato ai sensi del D.M. 270/2004, per non incorrere in decadenza devi superare le prove mancanti al completamento della tua carriera universitaria entro un termine pari al doppio della durata normale del corso di studio (ad esempio, 3+6 anni di iscrizione fuori corso in caso di corso di laurea triennale, 2+4 anni di iscrizione fuori corso per le lauree magistrali, 5+10 anni di iscrizione fuori corso per le lauree magistrali a ciclo unico).
  • Se sei uno studente fuori corso iscritto a tempo parziale, per non incorrere in decadenza devi superare le prove mancanti al completamento della tua carriera universitaria entro un termine pari alla durata del tuo percorso formativo (dopo 6, 4 e 10 anni di iscrizione fuori corso rispettivamente per le lauree triennali, magistrali e magistrali a ciclo unico).

Ai fini della decadenza il termine ultimo per sostenere gli esami è fissato al 30 aprile dell'anno successivo a quello di iscrizione. Gli anni di iscrizione come ripetente, gli anni di interruzione o sospensione degli studi non interrompono il computo degli anni ai fini della decadenza. Allo stesso modo, il pagamento del contributo di iscrizione non fa venir meno i termini per la decadenza.

Se sei uno studente decaduto presso un corso di studio dell'Ateneo e scegliessi di iscriverti, entro l'anno accademico successivo a quello di decadenza, al medesimo corso di studio, ove a numero programmato locale, sarai esonerato dalla prova di ammissione.

Attenzione: qualora tu abbia superato tutti gli esami di profitto e debba sostenere solo l’esame di laurea o di diploma o la prova finale non incorrerai nella decadenza.

Il decorso del termine per la decadenza si interrompe in caso di passaggio ad un altro corso di laurea.

Attenzione: per gli studenti con invalidità civile pari o superiore al 66%, gli studenti in possesso dei benefici di cui alla Legge 104/1992 e gli studenti con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento (DSA) possono essere deliberati specifici termini di decadenza dagli Organi competenti.

Consulta il Regolamento (Regolamento in materia di decadenza dagli studi universitari).

Rinuncia agli studi

Se sei intenzionato/a a rinunciare agli studi (decadendo dallo status di studente universitario), accedi allo Sportello internet per effettuare la procedura online di Rinuncia agli studi (clicca "Carriera" e successivamente "Domanda di rinuncia agli studi" e segui le indicazioni presenti nelle maschere successive). 

 Al termine della compilazione della domanda di rinuncia agli studi online, il sistema genera il contributo di € 16,00 da versare, entro i 5 giorni successivi, accedendo alla sezione “Segreteria - Pagamenti"  dello Sportello internet
Una volta effettuati i necessari controlli, la Segreteria studenti chiuderà la tua posizione e riceverai una mail di avvenuta chiusura della carriera.

Per ulteriori approfondimenti consulta la Guida alla procedura online "Rinuncia agli studi" reperibile alla pagina della Segreteria

In seguito alla procedura di verbalizzazione online, non essendovi più l’obbligo di registrazione degli esami sul libretto universitario, sarai tenuto/a ad autocertificare gli esami sostenuti non ancora aggiornati nella tua pagina personale, precisando denominazione, codice dell’esame, data di sostenimento e numero di crediti formativi (il modulo di autocertificazione “Dichiarazione sostitutiva di certificazione” è reperibile alla pagina della Modulistica

Dovrai allegare tale autocertificazione, durante la procedura online, anche se non sei mai stato/a in possesso di libretto universitario.

CONTRIBUZIONE PER STUDENTI RINUNCIATARI

Tassa regionale per il diritto allo studio ed imposta di bollo € 156,00

Se ti sei immatricolato al primo anno di un corso di laurea triennale, magistrale o magistrale a ciclo unico e non intendi proseguire gli studi, puoi unicamente presentare istanza di rinuncia agli studi, senza diritto ad alcun rimborso della tassa regionale e dell'imposta di bollo versati, per un totale di € 156,00, per il perfezionamento dell'immatricolazione.

Se sei iscritto ad un anno successivo al primo e, non avendo rinnovato l'iscrizione all'anno accademico 2021-2022, intendi presentare istanza di rinuncia agli studi, non sarai tenuto al pagamento della tassa regionale e dell'imposta di bollo per l'a.a. 2021-2022, ma dovrai risultare in regola con tutti i pagamenti per tutti gli anni in cui sei risultato iscritto fino all'a.a. 2020-2021 compreso.

Se avrai corrisposto la tassa regionale e l'imposta di bollo per l'a.a. 2021-2022 
prima di presentare l'istanza di rinuncia agli studi, non avrai diritto al rimborso di quanto versato.

Prima rata del contributo onnicomprensivo

Se presenterai rinuncia agli studi entro e non oltre il 15 febbraio 2022 non sarai tenuto al pagamento della prima rata di contributo onnicomprensivo purché non abbia superato alcun esame nel corso dell'anno accademico 2021-2022; se, pur non avendo superato alcun esame nel corso dell’a.a. 2021-2022, avrai provveduto a corrispondere tale rata prima di presentare rinuncia agli studi, non avrai diritto al rimborso di quanto versato.

Seconda rata del contributo onnicomprensivo

Se presenterai rinuncia agli studi dopo il 15 febbraio 2022 ed entro e non oltre il 17 maggio 2022 sarai esonerato dal pagamento della seconda rata di contributo onnicomprensivo, purché non abbia superato alcun esame nel corso dell'a.a. 2021-2022;

se presenterai rinuncia agli studi dopo il 15 febbraio 2022 ed entro e non oltre il 17 maggio 2022 dovrai corrispondere il 50% della seconda rata di contributo onnicomprensivo qualora risultino superati esami nel corso dell'a.a. 2021-2022;

se presenterai istanza di rinuncia successivamente al 17 maggio 2022
 sarai tenuto a corrispondere totalmente la seconda rata, in funzione della fascia contributiva che ti sarà attribuita.

Compilazione del piano e scadenze

All’inizio di ogni anno accademico devi presentare, o eventualmente modificare, il tuo piano di studio, secondo i limiti imposti dal piano stesso, entro le scadenze fissate dal Calendario didattico.

In caso di modifica di un insegnamento relativo ad anni di corso precedenti, ti ricordiamo che il sostenimento dell’esame modificato può aver luogo soltanto a frequenza acquisita, cioè dopo la conclusione delle lezioni previste per tale insegnamento, secondo il Calendario didattico dell’anno accademico in corso.


Il piano di studio 2021-2022 dovrà essere compilato nei seguenti periodi:

  • 14 ottobre - 8 novembre 2021 se sei iscritto ad un corso di laurea triennale o al secondo anno di un corso di laurea magistrale;
  • 28 ottobre - 19 novembre 2021 se sei iscritto (con o senza riserva) al primo anno di un corso di laurea magistrale.

Per le modalità di compilazione ti invitiamo a consultare gli avvisi pubblicati dai singoli Dipartimenti.

Inserimento insegnamenti soprannumerari

Per richiedere l’inserimento di insegnamenti in soprannumero, devi trasmettere via ticket alla Segreteria studenti un’istanza in carta libera indirizzata al Consiglio di corso di studio con l’indicazione degli insegnamenti (precisando denominazione, codice, numero di cfu) e la relativa motivazione.

Il modulo è reperibile alla seguente pagina Modulistica

La Segreteria studenti provvederà ad inviarti via mail la delibera del Consiglio in merito alla tua richiesta.

I crediti acquisiti, se autorizzati, rimangono registrati nella tua carriera e possono dare luogo a successivi riconoscimenti ai sensi della normativa in vigore.

Di tali crediti si terrà conto in sede di calcolo della media di ammissione all’esame di laurea fino a un massimo di 20 cfu per i corsi di laurea, ad un massimo di 20 cfu per i corsi di laurea magistrale, a un massimo di 40 cfu per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico, purché gli esami soprannumerari siano relativi ad insegnamenti appartenenti a settori scientifico-disciplinari previsti dall’ordinamento del corso.

Esami di profitto: informazioni utili

La verifica della preparazione degli studenti consiste in esami orali e/o scritti o test, che si svolgono nei periodi previsti dai Calendari didattici in date (appelli d’esame) pubblicate nelle bacheche dei Dipartimenti di riferimento.

Il mancato superamento di un esame non ti impedisce, in generale, l’iscrizione all’appello successivo.
Il superamento dell’esame comporta l’acquisizione dei relativi crediti.
Il voto è espresso in trentesimi (con eventuale lode), salvo per le prove per le quali è previsto un giudizio d’idoneità.

Ti ricordiamo in particolare che:
• non puoi sostenere esami di profitto di insegnamenti che non siano stati inseriti nel piano di studio – approvato - nell’anno di corso corrente o in anni precedenti. Nel caso in cui l’insegnamento appartenga all’anno di corso al quale sei iscritto, devi attendere la conclusione delle lezioni relative a tale insegnamento prima di poter sostenere il relativo esame di profitto;

• anche in caso di ammissione ad anni successivi al primo a seguito di trasferimento, passaggio di corso, abbreviazione, conseguimento seconda laurea o re-immatricolazione a seguito di rinuncia/decadenza, prima di poter sostenere gli esami di cui sei risultato debitore, appartenenti ad anni precedenti, dovrai attendere la conclusione delle relative lezioni;

• in caso di insegnamento impartito nel secondo semestre non potrai sostenerne l’esame nella sessione invernale ma dovrai attendere la conclusione delle lezioni, prenotandoti al primo appello utile dopo il termine del corso;

• non puoi ripetere un esame sostenuto (= verbalizzato) con esito favorevole;

• se sei iscritto con riserva a un corso di laurea magistrale non potrai sostenere gli esami afferenti a tale corso di studio prima del conseguimento della laurea di primo livello; dovrai comunque attendere la conclusione delle lezioni prima di poter sostenere gli esami del corso di laurea magistrale;

• non puoi sostenere esami di profitto in violazione delle norme che regolano la propedeuticità e le altre disposizioni, qualora previste. Ti ricordiamo che l'iscrizione tramite lo sportello internet, di norma, non verifica il rispetto di tali disposizioni.

Qualsiasi infrazione alle disposizioni predette comporta irrevocabilmente l’annullamento della prova d’esame.

Ti ricordiamo che in caso di mancato pagamento delle rate del contributo onnicomprensivo entro 30 giorni dalla scadenza è previsto il blocco amministrativo della carriera.

Attenzione: lo studente è tenuto a conoscere il modello di riferimento del proprio piano di studio, pubblicato nella bacheca delle singole strutture didattiche e le norme dell’Ordinamento didattico del proprio Corso di studio ed è il solo responsabile dell’annullamento degli esami sostenuti in violazione di tali norme.

Prenotazione degli appelli

Per effettuare l’iscrizione all’appello d’esame devi utilizzare lo Sportello internet, anche presso le postazioni installate nelle varie sedi universitarie.

La prenotazione è obbligatoria e deve essere effettuata entro il quinto giorno antecedente la data fissata per l’esame (per tutti i Dipartimenti e la Scuola di Ingegneria). 
 
ATTENZIONE: 
- durante le sessioni d’esame verifica sugli orari del giorno pubblicati sulla pagina web del tuo corso di laurea gli esami programmati e le relative aule assegnate per lo svolgimento delle prove; 
- se decidi di non presentarti ad un appello per il quale risulti già iscritto, sei vivamente pregato di annullare l’iscrizione all’esame entro lo stesso termine fissato per la prenotazione.

QUANDO SI APRONO LE PRENOTAZIONI DEGLI ESAMI E COME SI EFFETTUANO? 
Le prenotazioni si aprono indicativamente un mese prima dell’inizio delle varie sessioni d’esame (invernale, straordinaria, estiva ed autunnale). 
La prenotazione avviene obbligatoriamente attraverso lo Sportello internet.

Devi prenotarti agli appelli per sostenere i relativi esami, selezionando i codici degli insegnamenti inseriti nel tuo piano di studio. A questo proposito ti raccomandiamo particolare attenzione soprattutto nel caso in cui siano in opzione diversi moduli.

GLI STUDENTI NON CORRETTAMENTE PRENOTATI NON POSSONO ESSERE AMMESSI AGLI ESAMI.

Per contattare il personale dell’ufficio appelli:
appelliorari.umanistiche@unibg.it  (se sei uno studente di Scienze Umane e Sociali/Lettere, Filosofia, Comunicazione) 
appelliorari.lingue@unibg.it (se sei uno studente di Lingue, Letterature e Culture Straniere)
appelliorari.caniana@unibg.it (se sei uno studente di Scienze Aziendali, Scienze Economiche, Giurisprudenza)
appelliorari.dalmine@unibg.it (se sei uno studente della Scuola di Ingegneria).

VERBALIZZAZIONE ONLINE DEGLI ESAMI DI PROFITTO 
La verbalizzazione degli esiti degli esami di profitto avviene con la procedura di verbalizzazione on line. Ecco le due ipotesi configurate dal sistema dopo la pubblicazione degli esiti nel sistema da parte del docente:

PROVE SCRITTE (silenzio-assenso): accedendo all’area riservata “Bacheca esiti” dello sportello internet, visualizzerai l’esito della prova e potrai eventualmente rifiutare il voto assegnato entro e non oltre la data comunicata dal docente; in mancanza di esplicito rifiuto, l’esito della prova s’intenderà accettato;

PROVE ORALI oppure esami che si concludono con una prova orale: potrai prendere esclusivamente visione dell’esito dell’esame senza poter effettuare alcuna scelta.

5. RILASCIO CERTIFICATI

Per ottenere un certificato in bollo, destinato a privati (o per uso estero), dovrai compilare l’apposita richiesta di certificato disponibile nella Sezione “Moduli stampabili” della Segreteria studenti alla pagina Modulistica ed inviarla via ticket dal tuo indirizzo istituzionale (Ticket), richiedendo di poter assolvere virtualmente i contributi per le marche da bollo. Gli importi (pari a 16,00 euro per la richiesta e a 16,00 euro per ogni certificato emesso) verranno così caricati nella tua pagina personale dello Sportello internet e saranno reperibili alla voce Segreteria>Pagamenti.

I certificati richiesti ti verranno inviati a mezzo ticket oppure, previo il pagamento del contributo di 10,00 euro, saranno spediti al domicilio da te indicato. In alternativa, puoi prenotare un appuntamento agli sportelli della Segreteria studenti per il ritiro, presentando le marche da bollo necessarie ed esibendo un documento d'identità in corso di validità (tramite portale Prenotazione servizi).

Per gli usi per cui la legge non prescrive il bollo (D.P.R. 26/10/1972 N. 642 Tabella All. B, vedi "Documenti esenti da bollo"), sarà sufficiente inviare a mezzo ticket la richiesta di certificato in carta semplice specificando l’articolo della tabella ai sensi del quale è prevista l’esenzione.

AUTOCERTIFICAZIONI
Dalla tua pagina personale dello Sportello internet potrai stampare l’autocertificazione relativa a:

- iscrizione con elenco esami sostenuti
- laurea con elenco esami sostenuti
- tasse pagate nell’anno solare.

Per conseguire il titolo

TESI DI LAUREA – VECCHIO ORDINAMENTO (ante D.M. 509/99)
Se hai scelto di concludere i tuoi studi secondo l'ordinamento antecedente al D.M. 509/99, sei tenuto a sostenere l’esame secondo le modalità previste per il vecchio ordinamento.
L’esame di laurea consiste nella discussione orale di una dissertazione scritta redatta dallo studente sotto la guida di un Professore ufficiale. Il voto è espresso in centodecimi, con eventuale lode.
Per essere ammesso all’esame di laurea devi aver seguito i corsi e superato gli esami di profitto di tutti gli insegnamenti previsti dal corso di laurea.

PROVE FINALI – NUOVO ORDINAMENTO (ex D.M. 509/99 e D.M. 270/2004)
La laurea si consegue con il superamento della prova finale. Per essere ammesso alla prova finale devi aver conseguito i crediti relativi alle attività previste che, sommati a quelli da acquisire nella prova finale, ti consentano di ottenere almeno 180 crediti.
La prova finale consiste nella presentazione e nella discussione di un elaborato individuale (cartaceo o multimediale) sviluppato in relazione ad un tema specifico affrontato nel corso degli studi, che può consistere in uno studio di carattere bibliografico-documentale, teorico, critico, in una realizzazione pratica o in un approfondimento critico delle tematiche affrontate nell’ambito del tirocinio, ove previsto.
La discussione della Prova finale, salvo casi di esonero previsti dai singoli Regolamenti dei Dipartimenti per i corsi ex D.M. 270/04, si svolge in seduta pubblica davanti ad una Commissione di docenti che esprime in centodecimi, con eventuale lode, la valutazione complessiva.
La valutazione finale complessiva della Prova tiene conto di:

  • trasformazione in centodecimi dei voti conseguiti nelle prove d’esame mediante una media pesata rispetto ai relativi crediti acquisiti;
  • qualità della Prova finale sostenuta;
  • elementi ulteriori utili alla valutazione.

PROVA FINALE DI LAUREA SPECIALISTICA
La laurea specialistica si consegue con la discussione della tesi. Per essere ammesso alla prova finale, devi aver conseguito i crediti relativi alle attività previste che, sommati a quelli da acquisire nella prova finale, ti consentano di ottenere almeno 300 crediti, compresi i crediti acquisiti nella laurea triennale.
La prova finale consiste nella discussione di una tesi scritta, elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. La tesi viene discussa con il contributo di un relatore e di un correlatore davanti ad una Commissione di docenti che esprime in centodecimi, con eventuale lode, la valutazione complessiva.
La trasformazione in centodecimi dei voti conseguiti nelle varie attività didattiche, che danno origine a votazione in trentesimi, comporta una media ponderata rispetto ai relativi crediti acquisiti.

PROVA FINALE DI LAUREA MAGISTRALE
La laurea magistrale si consegue con la discussione della tesi. Per essere ammesso alla prova finale devi aver conseguito i crediti relativi alle attività previste che, sommati a quelli da acquisire nella prova finale, ti consentano di ottenere almeno 120 crediti.
Le modalità di svolgimento della prova finale, di norma legate alla presentazione di un elaborato scritto, sono disciplinate nel regolamento didattico del singolo corso di studio cui ti invitiamo a far riferimento.

Trovi le informazioni su esami di laurea e prove finali, comprese le regole tipografiche, nella sezione Studiare>Laurearsi del tuo corso di laurea.
Ti invitiamo a verificare il Regolamento didattico del tuo corso di studio accedendo al sito dell’Ateneo.

I passi per laurearsi

La domanda di approvazione del titolo provvisorio della tesi di laurea/prova finale o la domanda di assegnazione dell’argomento, ove previste, devono essere presentate entro i termini fissati dalle competenti strutture didattiche (consulta il Calendario didattico del tuo Dipartimento per le modalità di presentazione della domanda e le relative scadenze).

Se sei uno studente iscritto ad un corso di studio del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali e non hai già un accordo con un docente relatore, devi presentare la domanda di assegnazione dell’argomento secondo le modalità specificate alla pagina del Dipartimento

Se sei uno studente iscritto a un altro Dipartimento, prendi visione degli avvisi pubblicati alla pagina Prove finali / Tesi di laurea del sito del tuo Dipartimento.

Presentazione della domanda di prova finale

Per compilare la domanda di prova finale online devi accedere allo Sportello internet della tua pagina personale (sezione “Laurea”) e seguire la procedura indicata nella Guida alla compilazione della domanda sulla pagina della Segreteria (Guide procedure online).

Per poter completare la procedura con l'inserimento della domanda di laurea/prova finale, devi attendere che il relatore abbia approvato on line la tua tesi. Quando il relatore avrà proceduto con l'approvazione, riceverai una e-mail di avviso nella tua casella di posta istituzionale. Da quel momento potrai procedere con l'inserimento della domanda definitiva (seconda fase).

Attenzione: l'approvazione da parte del relatore sostituisce la firma sulla domanda cartacea che quindi, a partire dalla sessione autunnale 2017, non è più da stampare né da trasmettere alla Segreteria studenti.

La domanda va compilata entro le scadenze indicate nel rispettivo Calendario didattico (attenzione alle date riferite alle fasi di compilazione); il contributo relativo al rilascio diploma pari a € 32,00 (comprensivo del bollo virtuale previsto sull'istanza e del bollo virtuale che sarà apposto nel diploma originale) sarà disponibile nella sezione Pagamenti dello sportello internet dopo il completamento della domanda e deve essere pagato con la modalità PagoPA entro la scadenza di presentazione della domanda indicata nel Calendario didattico.

La prova finale/tesi di laurea dovrà essere caricata in formato pdf nella tua pagina personale dopo l'approvazione della domanda online da parte della Segreteria studenti, entro la data indicata nel Calendario didattico.

Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, rinunciassi alla discussione della tesi, ricorda di darne tempestiva comunicazione scritta alla Segreteria studenti via ticket.

Attenzione: se intendi conseguire il titolo entro la sessione di laurea straordinaria di marzo/aprile 2022 non sei tenuto al versamento della tassa regionale o del contributo onnicomprensivo per l’iscrizione all’a.a. 2021-2022: le quote eventualmente pagate sono tenute valide e stornate d’ufficio a copertura dell’iscrizione al primo anno del corso di laurea magistrale, oppure rimborsate ad eccezione dell’imposta di bollo di € 16,00.

Se, non essendoti laureato entro la sessione di marzo/aprile 2022, ti iscriverai tardivamente all’a.a. 2021-2022, dovrai pagare la tassa regionale e il bollo virtuale, le rate del contributo onnicomprensivo e le sovrattasse per gli importi corrisposti oltre le scadenze fissate.

Per approfondimenti consulta la pagina Tasse e agevolazioni.

Modalità ritiro pergamena di laurea

La Segreteria studenti ti avviserà via mail non appena la tua pergamena sarà disponibile.

Per presentarti agli sportelli per il ritiro devi prenotare un appuntamento selezionando la Segreteria di afferenza e il menu "ritiro pergamena" utilizza il Portale prenotazione servizi.

Il modulo per ricevere al tuo domicilio la pergamena di laurea, previo versamento di € 10,00, è disponibile alla pagina Modulistica (Richiesta spedizione a domicilio pergamena di laurea). Dovrai versare con modalità PagoPA il contributo pari ad € 10,00 da richiedere via ticket (Ticket Segreteria studenti) e inviare poi nella stessa modalità il modulo firmato dal tuo indirizzo di posta istituzionale.

Rinvio della discussione della prova finale

In caso di rinvio della discussione della prova finale dovrai anzitutto informare tempestivamente la Segreteria studenti via Ticket, anche nel caso in cui tu abbia compilato soltanto il primo step della domanda.

Per le informazioni circa la validità del titolo provvisorio/argomento di prova finale, ove previsto, consulta le pagine del tuo corso di laurea (sezione Studiare>Laurearsi).

Dovrai ricompilare la domanda definitiva di prova finale/tesi di laurea entro la scadenza fissata dal Calendario didattico del Dipartimento di appartenenza e pagare l'importo relativo all'imposta di bollo assolta in modo virtuale pari a € 16,00 (da richiedere in Segreteria studenti aprendo un ticket: Ticket Segreteria studenti).

Il contributo pari a € 32,00 non dovrà essere nuovamente pagato.

Attenzione: se conseguirai il titolo successivamente alla sessione di laurea straordinaria di marzo/aprile 2022 sarai tenuto al pagamento delle quote di tassa regionale ed imposta di bollo, nonché del contributo onnicomprensivo, dovuti per l’intero a.a. 2021-2022.